perdita uditiva

Perché ho difficoltà a udire?

Puoi avere segnali precoci di perdita uditiva, ma questi possono essere non così marcati. Riesci a udire le persone, ma non sempre capisci quello che stanno dicendo? Si tratta di un sintomo comune di perdita dell'udito. Il motivo? Nel 90% dei casi, l'ipoacusia ha luogo quando le delicate cellule ciliate dell'orecchio interno sono danneggiate o non funzionano correttamente. Ciò significa che il cervello non riceve tutti i suoni e le frequenze che gli occorrono per comprendere il parlato. 

Di solito, ciò riguarda i suoni ad alta frequenza. I suoni consonantici come F, S, e TH diventano difficili da udire, e le voci di donne e bambini risultano tenui e indistinguibili. Immaginiamo di eliminare tutte le note alte in un piano, e di chiedere a qualcuno di suonare una nota melodia. Anche solo con sei o sette tasti mancanti, può risultare difficile riconoscere la melodia. Le persone ipoacusiche sperimentano una variazione simile nel loro panorama sonoro di tutti i giorni. 

Comprimi  

A volte non è facile sapere quando occorre un apparecchio acustico.

Poiché la maggior parte delle perdite uditive si sviluppa gradualmente, spesso non vengono notate o riconosciute. Giorno dopo giorno, il suono del canto degli uccelli o il rumore delle foglie che frusciano diventano sempre più fievoli, senza che il paziente lo noti. Molte persone non si rendono conto del problema fino a quando non iniziano ad avere difficoltà a comprendere il parlato e a comunicare. 
perdita uditiva

L'ipoacusia è un problema comune

Oltre 500 milioni di persone in tutto il mondo ne soffrono in qualche forma. Tu potresti essere uno di loro. Se lo sei, un apparecchio acustico può aiutarti a riacquistare l'udito perduto e a riconquistare il tuo stile di vita precedente. 
trattamento per perdita uditiva
tipi di perdita uditiva

Tipo di ipoacusia

La perdita uditiva può essere causata da molte circostanze diverse e può verificarsi a qualsiasi età. Esistono tre tipi di base di ipoacusia:


Perdita d'udito conduttiva
La perdita di udito conduttiva consiste in una diminuzione dell'intensità sonora dovuta a problemi dell'orecchio medio o esterno. Questo tipo di perdita uditiva è spesso trattabile adottando il tipo di intervento più appropriato, che può essere di tipo medico o chirurgico. La perdita d'udito conduttiva può avere svariate cause. Esse includono: infezioni dell'orecchio che possono causare formazione di liquido nell'orecchio medio, accumulo di cerume nel canale uditivo o una perforazione del timpano. 

Ipoacusia neurosensoriale
L'ipoacusia neurosensoriale riguarda l'orecchio interno e/o le vie nervose tra l'orecchio interno e il cervello. Tra le cause più comuni di ipoacusia neurosensoriale vi sono:

1. Invecchiamento
2 . Infezioni
3. Esposizione eccessiva al rumore
4. Meningite
5. Alcune malattie genetiche
6. Malattia di Maniere
7. Virus

L'ipoacusia neurosensoriale non è correggibile e il trattamento consiste nell'uso di apparecchi acustici.

Ipoacusia mista
L'ipoacusia mista ha una componente di ipoacusia conduttiva e una di ipoacusia neurosensoriale In questo tipo di ipoacusia, le vie nervose sono danneggiate e vi è un blocco nell'orecchio medio o nell'orecchio esterno. Mentre l'ipoacusia conduttiva può generalmente essere corretta, quella neurosensoriale è permanente e di solito necessita di apparecchi acustici. 


Comprimi  

Prima agisci, meglio è

Quanto prima agirai per gestire la tua ipoacusia, tanto più facile sarà il trattamento. Il cervello è l'organo preposto al senso dell'udito; quanto più a lungo esso rimane senza ricevere suoni, tanto più difficile sarà istruirlo a udire di nuovo. Gli apparecchi acustici possono evitare o ridurre questo impatto negativo.

Un trattamento può migliorare nettamente la qualità della tua vita.

  • Maggiore sicurezza
  • Rapporti più stretti con le persone care
  • Un migliore visione della vita
perdita uditiva

I moderni apparecchi acustici sono quasi invisibili

I moderni apparecchi acustici sono piccoli, confortevoli e attraenti e altrettanto potenti, in più sono discreti e non si notano. Infatti, la maggior parte delle persone non si accorgerà che li stai indossando. In realtà, un deficit uditivo si nota di più di un apparecchio acustico.

apparecchi acustici discreti

Trattare l'ipoacusia con un apparecchio acustico

Un audioprotesista può identificare il tipo di ipoacusia di cui tu o i tuoi cari soffrite.  Può anche misurare il grado di perdita uditiva e proporre le opzioni di cura. E se gli apparecchi acustici fanno parte della cura, ti mostrerà i modelli e le tecnologie più adatte alla tua condizione.  

Indossare un apparecchio acustico significa riscoprire il piacere di stare insieme ad amici e familiari, sentirsi più sicuri sul lavoro, e godersi cinema, musica e programmi televisivi. Indossare un apparecchio acustico significa avere di nuovo tutti e cinque i sensi.
perdita uditiva

Scegliere un audioprotesista

Trovare un buon audioprotesista è un primo passo importante nella gestione dell'ipoacusia. Lo specialista ti consiglierà l'apparecchio acustico più adatto a te, si assicurerà che sia correttamente programmato e ti aiuterà ad abituarti ad esso.
perdita uditiva

Acufene – sintomi e cause

Di solito, l'acufene consiste nell'udire un ronzio o uno scampanellio nelle orecchie, ma la percezione di tali suoni varia da individuo a individuo. L'acufene può manifestarsi con o senza ipoacusia.  Anche in assenza di ipoacusia, le tecnologie presenti nei moderni apparecchi acustici e le app per apparecchi acustici possono essere molto utili nel trattamento dell'acufene.
Trattamento per gestire l

Tuo figlio non deve rinunciare a nulla

La maggior parte dei bambini con perdita uditiva traggono beneficio dall'uso di un apparecchio acustico.
perdita uditiva nei bambini

Amici e familiari

Hai una persona cara che soffre di ipoacusia? Informati su come come puoi aiutarla a superare il suo problema.
perdita uditiva

Scegliere un apparecchio acustico

Ti stai chiedendo qual è l'apparecchio acustico giusto per te? Ti spieghiamo i diversi modelli e funzionalità e gli elementi da prendere in considerazione nella scelta di un apparecchio acustico.
perdita uditiva

Frequently Asked Questions

Prima di iniziare l'esame, l'audioprotesista ti farà alcune domande sul tuo stato di salute generale, sul tuo stile di vita, e sui motivi che ti hanno spinto a fare l'esame.  
Questi potrebbero includere:

  •   Sei ancora nel mondo del lavoro?
  •   Quali attività ti piacciono?
  •   Vai spesso in luoghi rumorosi come i ristoranti?
  •   Usi regolarmente un telefono cellulare?
  •   C'è qualcosa che non puoi fare a causa di una sospetta ipoacusia?

Quindi, l'audioprotesista esaminerà il tuo condotto uditivo con un otoscopio per trovare le eventuali cause fisiche della tua ipoacusia.   
Ti chiederà poi di indossare delle cuffie e di ascoltare una serie di toni, al fine di valutare il tuo udito alle varie frequenze e livelli di volume. Questo test dell'udito stabilisce il livello più basso al quale riesci a udire le diverse frequenze.

Passo dopo passo:

  1. Verrai fatto accomodare in una stanza insonorizzata e dovrai indossare delle cuffie
  2. Queste cuffie sono collegate ad un audiometro, il quale è calibrato per misurare il tuo udito con la massima precisione.
  3. L'audiometro invia toni a varie frequenze a un orecchio alla volte.
  4. Dovrai ascoltare i suoni e, quando sentirai il tono, lo segnalerai alzando la mano o premendo un tasto. Potresti udire lo stesso tono più di una volta, ma non preoccuparti: ciò fa parte del test e permette di ottenere dei risultati accurati.
  5. Durante il test, l'audioprotesista traccerà dei punti su un grafico, chiamato audiogramma, che userà in un secondo momento per spiegarti la situazione del tuo udito.
  6. Il test potrebbe includere altri test secondari come il test audiometrico del parlato. Il test consiste in questo: l'audioprotesista ti leggerà degli elenchi di parole che tu udrai attraverso le cuffie e dovrai poi ripetere. Non preoccuparti se ti sfuggono alcune parole. Cerca di fare del tuo meglio. Può anche essere effettuato un test di conduzione ossea, utilizzando un diapason vibrante messo a contatto con la testa. Bypassando l'orecchio esterno e medio, i test di conduzione ossea aiutano a rilevare i problemi dell'orecchio interno.
  7.  Una volta effettuato il test dell'udito, il tuo audioprotesista valuterà con te i risultati dell'audiogramma.
Se avrai bisogno di un apparecchio acustico, il tuo audioprotesista sceglierà insieme a te il modello più adatto al tuo stile di vita.

Se pensi di soffrire di ipoacusia, la cosa migliore da fare è effettuare un test dell'udito. Audiologi, otorinolaringoiatri e specialisti di apparecchi acustici, possono tutti offrirti un esame audiometrico e applicarti l'apparecchio acustico più adatto a te.

  • Un audiologo è un laureato in audiologia (laurea specialistica o dottorato). Oltre a trattare le perdite uditive, l'audiologo cura anche malattie come l'acufene e i problemi di equilibrio.

  • Uno specialista di apparecchi acustici è una persona autorizzata dallo Stato a effettuare test dell'udito per rilevare l'ipoacusia, e ad applicare gli apparecchi acustici.

  • Un otorinolaringoiatra, è un dottore in medicina specializzato nelle malattie dell'orecchio, del naso e della gola. 

Per stabilire il tuo tipo di perdita uditiva, cosa può averla causata, e il modo migliore di trattarla, il tuo audioprotesista ti sottoporrà ad un test e a una valutazione dell'udito completa, inclusa una rappresentazione visiva del tuo udito, chiamata audiogramma. L'audiogramma mostra quali frequenze sonore puoi udire, e a quale volume. 

L'audiogramma si legge in frequenze, dette anche "tonalità", lungo l'asse orizzontale, e in decibel, o intensità sonora, lungo l'asse verticale. Le frequenze basse sono sul lato sinistro, e aumentano gradualmente di intensità sul lato destro.  La scala dei decibel va dai suoni a bassa intensità, indicati in alto, a quelli ad alta intensità, indicati in basso. 0 db non significa assenza di suoni: questo valore rappresenta semplicemente il suono più debole che una persona normoudente riesce a rilevare almeno il 50% delle volte. 

I suoni più deboli uditi a ciascuna frequenza determinano la soglia uditiva del paziente, e tale soglia è riportata sull'audiogramma. Solitamente, le parti del test effettuate utilizzando le cuffie sono definite soglie "aeree", perché il suono deve spostarsi attraverso l'aria del canale uditivo per essere percepito. Per rappresentare le soglie aeree, viene usata una O per l'orecchio destro e una X per l'orecchio sinistro.

Un vibratore per conduzione ossea viene di solito utilizzato per testare anche le soglie. Il simbolo < è usato per l'orecchio destro e il simbolo > per l'orecchio sinistro. Un vibratore a conduzione ossea è un dispositivo che viene tenuto leggermente pressato sull'osso dietro all'orecchio ed è tenuto in sede da un archetto di acciaio sopra la testa. Esso trasmette vibrazioni sonore attraverso le ossa, i tessuti e i fluidi intracranici direttamente alla coclea (l'organo uditivo dell'orecchio interno). In questo modo, l'audiprotesista bypasserà le aree dell'orecchio esterno e medio, e testerà direttamente la sensibilità dell'orecchio interno.

Associando i risultati di questi due test, l'audioprotesista potrà stabilire il tipo di perdita uditiva, la tua capacità di udire i toni bassi, medi ed alti, e qual è la parte dell'orecchio che sta causando l'ipoacusia.


Gli apparecchi acustici in genere hanno prezzi che vanno da qualche centinaia a svariate migliaia di dollari, a seconda del modello, dello stile e delle funzionalità. Anche se il prezzo non dovrebbe essere il fattore decisivo nella scelta di un apparecchio acustico, è indubbio che esso abbia una certa importanza. Ci sono molti elementi da considerare nello stabilire il prezzo degli apparecchi acustici.  

Al momento Medicare non copre il costo di un apparecchio acustico. Tuttavia, poiché le normative Medicare cambiano continuamente, è sempre consigliabile informarsi bene sulla copertura prima di prendere qualsiasi decisione. Non dimenticarti di contattare la tua assicurazione. Essa potrebbe coprire parte del costo, se i termini della polizza lo prevedono.

Alcune organizzazioni no profit offrono assistenza finanziaria per l'acquisto di apparecchi acustici. Contatta il centro di scambio informazioni dell'Istituto nazionale statunitense sulla sordità e altri disordini della comunicazione (National Institute on Deafness and Other Communication Disorders (NIDCD)) Information Clearinghouse, per informazioni sulle organizzazioni che offrono un aiuto economico per l'acquisto di apparecchi acustici.

Una garanzia di solito copre la perdita, eventuali danni, e le riparazioni per un periodo specifico di tempo. Prima di acquistare un apparecchio acustico, chiedi al tuo audioprotesista di avere tutti i dettagli della garanzia.

I moderni apparecchi acustici di solito hanno una vita utile di 3-6 anni ma, in alcuni casi, con la giusta cura e manutenzione, possono durare di più.  

Per natura, le nostre orecchie devono lavorare insieme per percepire i suoni. Questo udito binaurale ci aiuta a comprendere più chiaramente il parlato, a localizzare i suoni e a udire meglio in ambienti rumorosi. Perciò, quando i pazienti soffrono di perdita uditiva in entrambe le orecchie, è consigliabile usare due apparecchi acustici.   

La scelta del modello e delle funzionalità incorporate nel tuo apparecchio acustico di solito è basata sul tuo stile di vita e sugli ambienti che frequenti più spesso.  Le persone con uno stile di vita tranquillo e che intrattengono perlopiù conversazioni a quatt'occhi, non avranno bisogno di un apparecchio con lo stesso numero di funzionalità di chi frequenta ristoranti affollati o eventi sportivi. 

Come stabilire il tuo stile di vita
Il grafico qui sotto mostra diversi scenari di stili di vita. In quali di questi rientri? Ti trovi più spesso in ambienti Tranquilli, Moderati o Difficili? Quanto ciascuna di queste attività è importante per il tuo maggior benessere? Se rientri nella categoria degli ambienti Moderati, ma vai a concerti/eventi sportivi, con che frequenza ci vai e quanto sono importanti? Se hai dei biglietti stagionali per la partita di baseball, per te sarà probabilmente importante avere un apparecchio per ambienti Difficili.

Come scegliere l'apparecchio acustico adatto a te

Condividere queste informazioni sullo stile di vita con il tuo audioprotesista lo aiuterà a consigliarti le funzionalità e le opzioni tecnologiche più adatte all'ambiente d'ascolto in cui ti trovi più spesso.


La durata del periodo di adattamento all'apparecchio acustico di solito dipende dalla gravità della perdita uditiva e da quanto tempo il cervello del paziente è rimasto senza ricevere suoni. Alcune persone si abituano in fretta. Altre potrebbero avere bisogno di più tempo perché il loro cervello si riabitui ai suoni e agli stimoli che per un po' non ha ricevuto. Questo in un primo momento può causare frustrazione, ma non bisogna preoccuparsi, è normale. Con la pratica e la pazienza, riuscirai di nuovo a udire tutti i suoni intorno a te.

Come rendere più veloce il periodo di adattamento
Ecco alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a superare il periodo di adattamento più facilmente e nel minor tempo possibile: 

  • Parla con qualcuno la cui voce conosci bene. Ciò ti aiuterà a comprendere più rapidamente alcune parole e frasi. Ricorda che la comunicazione è una combinazione di indizi acustici e visivi. Oltre che alle parole, presta attenzione anche alle espressioni facciali e ai gesti.
  • A mano a mano che acquisterai sicurezza, potrai iniziare a indossare il tuo apparecchio acustico in un maggior numero di ambienti, al lavoro come nelle occasioni sociali. Fai pratica selezionando voci e suoni specifici; concentra la tua attenzione su di essi.
  • Nei luoghi pubblici, siediti quanto più possibile vicino alla persona che sta parlando. Se ti trovi al bar o al ristorante, cerca di sederti volgendo le spalle alla fonte principale del suono. Se possibile, evita di sederti vicino a una finestra aperta o su un marciapiede.
  • Se stai indossando il tuo nuovo apparecchio acustico, siediti a una distanza dalla TV compresa tra i 2 e i 4 metri, e regola il volume a un livello che sia normale per gli altri. Quindi, regola la tua distanza dalla TV in modo che tu possa udire in modo confortevole. Segui la stessa procedura quando ascolti la radio o un altro dispositivo.

Sii paziente
Il processo di adattamento può durare diverse settimane, poiché il cervello deve imparare a bilanciare i suoni e a metterli in ordine di priorità. Gli apparecchi acustici non devono mai fare male, e possono risultare leggermente morbidi in quanto devono adattarsi al dispositivo posizionato all'esterno o all'interno dell'orecchio. Se hai delle perplessità sul tuo processo di adattamento o sulla sua durata, contatta il tuo audioprotesista per fissare una visita di controllo.

Con una cura e una manutenzione appropriate, i tuoi apparecchi acustici rimarranno in forma perfetta, e non richiederanno interventi di riparazione. Insieme ai tuoi nuovi dispositivi, ti sono state probabilmente fornite anche le istruzioni per la cura e la manutenzione. Cerca di seguirle costantemente, poiché ogni apparecchio acustico ha requisiti leggermente diversi. 

In genere, sono tre gli elementi degli apparecchi acustici che necessitano di pulizia:

Il ricevitore
Quando gli apparecchi acustici smettono di funzionare, la causa più comune, oltre alla batteria scarica, è un accumulo di cerume nel ricevitore. Ogni giorno pulisci delicatamente gli apparecchi acustici con lo spazzolino fornito insieme al prodotto, in modo da evitare l'accumulo di cerume. Questa parte dell'apparecchio acustico è molto delicata, perciò presta attenzione alle istruzioni specifiche che ti fornirà il tuo audioprotesista.

Carcassa
La superficie dell'apparecchio acustico è chiamata guscio. L'accumulo di cerume può far sì che l'apparecchio acustico non si adatti correttamente all'orecchio del paziente, dia fastidio o addirittura, smetta di funzionare. Per pulire il guscio, strofinalo delicatamente con una salvietta asciutta. Se c'è un'area dove lo sporco è particolarmente ostinato, inumidisci leggermente la salvietta.

Microfono
Il microfono è un'altra parte delicata del tuo apparecchio acustico. Usa lo spazzolino fornito con l'apparecchio acustico per rimuovere qualsiasi traccia di sporcizia. Mentre lo pulisci, assicurati che il microfono abbia la porta rivolta verso il pavimento, in modo che eventuali residui di sporcizia non vi cadano dentro.

Oltre alla corretta manutenzione, è importante tenere l'apparecchio acustico in un luogo pulito e asciutto quando non lo si usa. Tenerlo nella sua custodia è l'opzione migliore; in questo modo, non si sporcherà e non subirà danni. In caso di guasti, è importante far riparare l'apparecchio da un esperto. La tecnologia incorporata nel tuo apparecchio acustico è molto sensibile, e potrebbe rovinarsi a causa di un uso o manipolazione scorretti.

caremaintainance 556x250

Ecco alcuni consigli extra su come conservare al meglio i tuoi apparecchi acustici:

  • Tienili sempre lontani da calore e umidità. Ad esempio, lasciarli al sole o dentro l'auto, metterli dentro o vicino a un forno a microonde o tradizionale, o asciugarli con un asciugacapelli può danneggiarli.
  • Pulisci gli apparecchi acustici tutti i giorni, seguendo le istruzioni.
  • Quando indossi gli apparecchi acustici, non usare lacca o altri prodotti per la cura dei capelli
  • Spegni gli apparecchi acustici quando non li stai usando
  • Sostituisci immediatamente le batterie scariche
  • Tieni gli apparecchi acustici e le batterie di scorta lontano da bambini e animali
  Effettua visite regolari presso il tuo audioprotesista, per far ispezionare e regolare gli apparecchi acustici.

Il nostro sito utilizza i cookie. Continuando a navigare all’interno di questo sito l'utente dichiara di prestare il proprio consenso all’utilizzo di cookie come descritto nella nostra politica relativa all’uso di cookie.